volantino cassaOCST

Progetto RESTART

Percorso di sostegno al collocamento intensivo (SCI) nel settore commerciale

logo restart

Il progetto RESTART, realizzato dal Centro di formazione professionale dell’OCST su mandato della Sezione del lavoro del Canton Ticino, è un percorso di sostegno al collocamento intensivo (SCI) rivolto alle persone disoccupate del settore commerciale. Attraverso attività specifiche collocate sull’arco di un mese (accoglienza, incontri individuali di coaching, moduli formativi, possibilità di prove di lavoro o stage in azienda), si prefigge di favorire lo sviluppo personale e professionale, come pure il collocamento delle persone coinvolte.

È previsto un accordo di coaching in entrata.

Contatti
Per ulteriori informazioni rivolgersi alle e ai coach del CFP-OCST della sede di assegnazione che figurerà sulla decisione UMA o scrivendo a uno dei seguenti recapiti:

RESTART Resega, via Chiosso 8, 6952 Canobbio
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo., tel. 091 940 29 06

RESTART Lugano, via S.Balestra 19, 6900 Lugano
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo., tel. 091 922 23 76

RESTART Locarno, via Castelrotto 15, 6600 Locarno
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo., tel. 091 751 14 84

Percorso di sostegno al collocamento intensivo CRISALIDE

Il progetto CRISALIDE, realizzato dal Centro di formazione professionale dell’OCST, è un percorso di sostegno al collocamento intensivo (8 settimane, 240 ore, 6 ore al giorno) rivolto a persone con competenze e salari bassi. 

Il nuovo percorso standardizzato per questa tipologia di persone si svolgerà in piccoli gruppi di 8 persone e dovrà contemplare i seguenti contenuti:
- Ricostruiamo insieme (analisi e valorizzazione delle competenze, stili comunicativi, relazioni ed emozioni, gestione del cambiamento)
- Informatica di base (word, internet, posta elettronica)
- Tecniche di ricerca impiego (CV, lettera di presentazione, risposta ad annunci, candidatura spontanea, sviluppo di una rete di contatti, simulazione colloquio di lavoro, piano d’azione, dossier di candidatura, strategie per cercare lavoro con successo)
- Coaching individuale

Si forniranno al partecipante gli strumenti più efficaci per meglio affrontare il cambiamento in atto e per costruire una ricerca di impiego mirata, che consideri le effettive competenze professionali e personali del candidato, la sua formazione scolastica e/o professionale, le esperienze lavorative accumulate, nonché le sue aspirazioni, senza trascurare le caratteristiche del mercato del lavoro locale.

Contatti

Per ulteriori informazioni rivolgersi alla Segreteria del CFP-OCST ai seguenti recapiti:

CRISALIDE, via S. Balestra 19, 6900 Lugano
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo., tel. 091 921 26 00

La costruzione del proprio progetto professionale

Oggi non è sufficiente cercare lavoro, è invece estremamente importante saperlo cercare con metodo e sistematicità. La ricerca di un impiego è infatti, un percorso difficile in cui il soggetto dovrà impegnarsi con fatica e dedizione e gran dispendio delle proprie energie di tempo e risorse personali.
Al fine quindi di ottimizzare l'impegno richiesto e di evitare il rischio di tentativi casuali e sporadici è importante, tra le altre cose: 

  1. pianificare le fasi da attraversare
  2. individuare le azioni da porre in essere
  3. predisporre gli strumenti da utilizzare

L’efficacia di un simile percorso assume significato nel momento in cui è stato chiarito l’obiettivo che si intende raggiungere e alla cui definizione si perviene solo dopo una fase di attenta autovalutazione delle risorse e delle aspirazioni personali.

A tal fine, la nostra proposta di azione complessiva è costruita sullo schema seguente, organizzato intorno a tre quesiti fondamentali: 

  1. Chi sono?
  2. Cosa so fare?
  3. Cosa desidero fare?

Chi sono

Cosa so fare

Cosa desidero fare

Significa prendere coscienza delle proprie:

  1. attitudini personali, caratteristiche umane;
  2. affinità con tipi di impiego 

e individuare; 
punti deboli e i punti forti

Significa riflettere su:

  1. le proprie reali capacità
  2. le esperienze maturate nel corso degli anni

L'importante è stabilire che cosa si sa fare e confrontarsi con le possibilità offerte dal mercato del lavoro. Occorre valutare le eventuali lacune e come superarle.

Significa individuare il tipo di lavoro che si desidera effettivamente fare. Non   si tratta di stabilire con precisione la qualifica, ma le caratteristiche che dovrebbe avere:

  1. livello di autonomia,
  2. responsabilità,
  3. tipo di ambiente,
  4. orario di lavoro,
  5. prospettive di carriera

Il nostro intervento prevede le seguenti fasi:

Attività

Descrizione

Sensibilizzazione
e coinvolgimento  

Primi incontri nei quali approfondire il percorso professionale e di vita della persona e iniziare a elaborare un piano di azione.
Presentazione del percorso: contenuto e strumenti.
Analisi dei dossier dei partecipanti.

L’accompagnamento individuale

Questa fase ha l’obiettivo di supportare la persona e di rinforzarla nel perseguimento del suo obiettivo, di darle la possibilità di un confronto costante e specifico che rinsaldi l’autostima e aiuti a superare il delicato momento di transizione.

L’accompagnamento in piccoli gruppi 

Il percorso formativo è strutturato per offrire ai partecipanti una serie di strumenti utili per gestire al meglio la transizione in atto e migliorare l’approccio nella ricerca di un nuovo posto di lavoro. Al centro dell’attività formativa ci sarà sempre la persona, senza però tralasciare di dare spunti e suggerimenti concreti.

ANALISI DELLE COMPETENZE

Fare l’analisi delle proprie competenze significa identificare e mettere in evidenza le capacità acquisite, professionali e non, e descriverle attraverso le esperienze e i successi.

L’elaborazione di questo tema permette di comprendere l’importanza di saper valorizzare i punti forti da presentare ad un potenziale datore di lavoro.

VALORIZZARE IL CURRICULUM VITAE

Il curriculum vitae rappresenta il “biglietto da visita”, capace di aprire (ma anche di chiudere) la porta di un’azienda per ottenere un colloquio di lavoro; è pertanto uno strumento a cui dedicare particolare attenzione e cura.

I partecipanti saranno in grado di scegliere i contenuti e la forma di CV che meglio li rappresenti, evidenziando le proprie competenze ed esperienze in funzione agli obiettivi professionali.

LO STAGE IN AZIENDA  

Se ne sente parlare sempre più spesso, ma che cos’è davvero uno stage in azienda, qual è il suo scopo, quali sono le opportunità e quali le insidie di un’esperienza di questo tipo?

PROPORSI E FARE COLPO

Tecniche di ricerca di lavoro (fra le) più efficaci con lo scopo di ottenere un colloquio: lettere di autocandidatura stimolanti, risposta ad annunci specifici.

I partecipanti comprenderanno l’importanza di evidenziare in modo convincente le proprie capacità rispetto ai requisiti richiesti, per differenziarsi dagli altri candidati ed ottenere il colloquio.

MARKETING PERSONALE e IL COLLOQUIO DI LAVORO

Acquisire familiarità con gli strumenti più comuni che rendono la comunicazione efficace.

I partecipanti sperimenteranno dei metodi di presentazione per promuovere le proprie capacità personali e professionali.

Il colloquio di lavoro è un appuntamento tropo importante per essere lasciato al caso e che va dunque preparato nei minimi dettagli. Simulazioni di colloquio e feedback.

RISIKO! Dalla strategia all’azione

Risiko! vuole essere una riflessione sugli strumenti di ricerca d’impiego a disposizione e l’occasione per definire una metodologia di ricerca di lavoro consapevole.

Il Network personale diventa punto di partenza per creare nuove opportunità, mentre gli strumenti di management e di controllo permettono di verificarne l’efficacia.

 

 

 

News APC/Restart

inserzione centro